Salone Satellite 2018 I vincitori della nona edizione

Salone Satellite 2018 I vincitori della nona edizione che ha affiancato il Salone del Mobile di Milano

salone satellite 2018

Con la fine del Salone del Mobile si è conclusa anche la nona edizione del premio award SaloneSatellite di quest’anno. Scopriamo chi sono i giovani de

 il SaloneSatellite crea l’opportunità di entrare in contatto con aziende e con il mondo del business, ecco perchè molti prototipi presentati alle edizioni del Salone sono entrati in produzione.
salone satellite 2018 africa america latina

Il tema di quest’anno AFRICA & LATIN AMERICA Rising Design / Design Emergente. Le due sezioni Africa e America Latina sono state affidate rispettivamente al designer marocchino Hicham Lahlou e ai designer brasiliani Humberto e Fernando Campana.

premio salone satellite 2018 cucina

Il primo premio è stato assegnato rigorosamente a un italiano, o meglio italo-brasiliano! Stefano Carta Vasconcellos con il progetto Cucina Leggera. Le caratteristiche di questo progetto sono la facilità di assemblaggio e costruzione dei sette elementi che la compongono, resa tale da un sistema ad incastro: niente più viti o ferramenta! L’economicità e la semplicità del materiale la rendono molto accessibile.

premio salone satellite 2018 secondo premio

Il secondo premio l’ha vinto il croato Tink Thigs con l’ononimo progetto Tink Thing dedicato ai bambini, alla loro sensorialità e alla progettazione di ambienti comodi e stimolanti per loro assecondando le loro necessità e le loro esigenze ludiche e sensoriali considerandoli non come piccoli adulti, ma come bambini. Offre loro stimoli per una crescita consapevole applicando prinicipi terapeutici.

premio salone satellite 2018 terzo premio

Il terzo premio è stato assegnato al giapponese Yuri Himuro con il progetto Soft Block. Un oggetto che si presenta come un nuovo pezzo di arredamento della casa, un arredamento più giocoso e costruittivo, lasciando spazio al divertimento e alla creatività di chi lo usa. La morbidezza e la duttilità che caratterizzano il materiale di cui è fatto lo rendono un prodotto non finito, o meglio un prodotto che ha infinte possibilità e sviluppi e che rendono il tessuto un materiale tridimensionale e modulare.

 

 

Kartell ama Milano… Asta di beneficienza il 25 ottobre 2011

kartell, kartell love milano, kartell ama milano, asta kartell, asta beneficienza kartellKartell  e il suo amore per la città di Milano con particolare  attenzione per le tematiche sociali; ecco perchè si è decisa  un’asta di beneficenza dove verranno  battuti i 45 pezzi unici realizzati da personalità di spicco che reinterpretano i canoni stilistici del brand e hanno come tema Milano, appunto.

Martedì 25 ottobre nella scenografica cornice della Rotonda della Besana la prestigiosa casa d’asta Sotherby’s batterà le opere del progetto “Kartell ama Milano” e i proventi saranno devoluti a favore della Fondazione Umberto Veronesi.

kartell, kartell love milano, kartell ama milano, asta kartell, asta beneficienza kartellIl progetto ”Kartell loves Milano”  ha visto la partecipazione di personalità illustri del design, della moda, dello spettacolo,dello sport e della cultura.  Hanno partecipato nomi noti della moda come Dolce&Gabbana, Antonio Marras e Missoni, dello spettacolo come Linus, Fabio Volo, dello sport come le squadre di Milan e Inter e della cultura, design e architettura come Fabio Novembre, Elisabetta Sgarbi, Philippe Stark e molti altri..

kartell, kartell love milano, kartell ama milano, asta kartell, asta beneficienza kartell

 rivisitazioni inedite ed unica degli arredi icone di Kartell come le sedie Louis Ghost, il divano Bubble Club o gli gnomi e tanto altra ancora

 

Vince il concorso YOUNG DESIGN 2011 il tavolo OTTO di Mini Forms

La vittoria del prestigioso premio…  YOUNG E DESIGN 2011 è stato assegnato al  tavolo da pranzo “OTTO” disegnato dal designer Paolo Cappello per Mini Forms srl

otto tavolo mini forms.jpg

 l’impegno, la voglia di vivere e trasmettere emozioni..  trasformata in realtà.

 

Info e preventivi sui prodotti Mini Forms scrivendo a info@domusarredilissone.it

visita il nostro sito www.areamobili.com

 

DuPont ha presentato l’edizione 2011 del concorso internazionale di architettura “changing the face”

du pint mosca 2.jpg


                  
DuPont, in collaborazione con Unione degli Architetti Russi, Royal Institute of British Architects, YEM Building Information Center, Architizer.com e Karo Film, ha annunciato a Mosca 

 la sesta edizione del concorso internazionale di idee

changing the face” che sara’ focalizzato sul Pushkinsky cinema, sede del Moscow International Film Festival.

Obiettivo di questa competizione internazionale e’ ridisegnare la facciata dell’edificio esistente – non con il semplice scopo di restaurarlo, ma per creare un punto di riferimento architettonico per il futuro.

La riprogettazione della facciata del Pushkinsky Cinema Hall e’ un’opportunita’ per conferire a questo edificio un design consono alla sua posizione centrale all’interno della vita culturale russa e per ripensare il modo in cui esso dialoga con il pubblico dalla sua prominente collocazione nella piazza Pushkin a Mosca

du pont mosca.jpg

Il concorso internazionale “changing the face” vuole dimostrare che la modifica della facciata non e’ un cambiamento superficiale ma e’ un intervento che puo’ radicalmente rivitalizzare un edificio e un contesto urbano e rivoluzionare le dinamiche di uno spazio pubblico. La competizione “changing the face” e’ stata proposta la prima volta da DuPont nel 2008 in Germania, combinata a un workshop dedicato al Colosseo di Roma, ed e’ stata successivamente organizzata da DuPont anche a Bucarest, Praga, Zagabria e Atene. In ogni edizione, il concorso richiedeva agli architetti di rinnovare la facciata di un celebre edificio pubblico della citta’, selezionato da DuPont in collaborazione con istituzioni locali.

Per l’edizione 2011, viene chiesto agli architetti di suggerire, in modo creativo, senza pregiudizi e restrizioni, una nuova identita’ per la facciata del cinema Pushkinsky, adottando moderne soluzioni di architettura da inserire nell’area originale.

L’unica condizione fissata dagli organizzatori e’ l’utilizzo di almeno un materiale di DuPont tra i seguenti: la tecno-superficie DuPont(tm) Corian(R) per rivestimenti esterni, le tecnologie per vetro stratificato strutturale e per vetro stratificato decorativo DuPont(tm) SentryGlas(R) e DuPont(tm) SentryGlas(R) Expressions(tm), la membrana DuPont(tm) Tyvek(R) per edilizia, le vernici architettoniche DuPont(tm) Alesta(R), soluzioni tessili per architettura con protezione a base di DuPont(tm) Teflon(R) e i coating protettivi DuPont(tm) Teflon(R).

I progetti proposti saranno valutati da una giuria internazionale che comprende: Andrey V.Bokov, direttore dell’Unione degli Architetti Russi; Sergey A.Skuratov di Sergey Skuratov Architects: Aleksey Uchitel, regista; Kerem Erginoğlu di Erginoğlu&Çalışlar Architects; Corrado Tibaldi, architetto di DuPont Building Innovations; Matthias Hollwich, architetto, vincitore di “changing the face” nel 2010; Mark Kushner, architetto, vincitore di “changing the face” nel 2010

Premi: al primo classificato 10 000 Euro; al secondo classificato 5000 Euro; al terzo classificato 3000 Euro.

Ulteriori informazioni disponibili su  www.changingtheface.com
 

DuPont e’ una societa’ basata sulla scienza.  Fondata nel 1802, DuPont utilizza la scienza per sviluppare soluzioni sostenibili essenziali per una vita di migliore qualita’, piu’ sicura e salutare in tutto il mondo.  Presente in oltre 90 paesi, DuPont offre una vasta gamma di prodotti e servizi destinati a una varieta’ di mercati quali agricoltura e alimentazione, architettura e interior design, edilizia e costruzioni, comunicazioni e trasporti.

Informazione offerta da www.areamobili.com 

www.sartoriadeimobili.com

Hands on Door Handles .. progettare una maniglia per interni

Hands on Door Handles
Colombo Design, in collaborazione con Designboom, promuove il concorso internazionale “Hands on Door Handles”, rivolto a professionisti, studenti ed appassionati di disegno industriale che dovranno progettare una maniglia per interni, funzionale ed in linea con i più moderni stili abitativi sia in ambito privato che pubblico. 
Una competizione, ma anche una grande sfida dal punto di vista tecnico ed estetico, perché stimola la ricerca di una vera innovazione nel campo del design associata, però, ad una rigorosa attenzione ai particolari che compongono la maniglia: il tutto poi visto per una realtà produttiva industriale che prevede il rispetto degli standard di sicurezza e qualità richiesti da un mercato moderno. 
Le iscrizioni potranno essere effettuate fino al 26 aprile 2011 direttamente on line, allegando semplicemente una breve descrizione del progetto ed una o più immagini. 
La giuria, presieduta dall’azienda e affiancata da nomi prestigiosi dell’architettura e del design, selezionerà tre vincitori che riceveranno un premio di 3.000 euro ciascuno; sarà inoltre assegnato un ulteriore premio di 1.000 euro al miglior prodotto “free style”.
Colombo Design si riserverà poi di produrre ed inserire, in esclusiva, nel proprio catalogo alcune tra le maniglie premiate.
 
Colombo Design, azienda italiana da venti anni leader nel mercato delle maniglie per porte e finestre ed accessori per il bagno, realizza tutti i suoi prodotti secondo il concept Green Made che prevede processi produttivi eco-compatibili. 
Colombo Design ha da sempre avvicinato l’attività produttiva al mondo dei progettisti, stimolando la discussione ed il confronto per garantire ai propri clienti oggetti unici per qualità estetiche e tecniche. Fedele a questa filosofia ha creato nel 2010 Colombo Design Advanced: realtà quasi unica nel mercato che si presenta come una struttura integrata, seppur indipendente, dell’azienda e costituisce un osservatorio sulle nuove tendenze stilistiche, le dinamiche commerciali, le tecnologie ed i materiali. 

http://www.colombodesign.it